Carrie Bradshaw vs. Sora Lella – primo round

“Quando hai il primo figlio il tuo mondo si stravolge.”

Già, lo dicono tutti, e sempre quei tutti non fanno che ripetertelo per tutta la gravidanza.

Senti a ripetizione frasi come ” godetevela tu e tuo marito, poi non avrete più tempo per voi stessi!”, o il super classico e mai démodé “dormi finché puoi!”.

Frasi che vengono letteralmente buttate lì e altrettanto letteralmente, per chi le ascolta con il cuore e la pancia pesanti, assumono il sapore di autentiche minacce.

In quei momenti quindi vivi intimamente attimi di panico.

Ma la verità pura e semplice è che per lunghi tratti di quegli stranissimi nove mesi ti immedesimi nella mamma della pubblicità. Sul serio, pensi che in fondo (e alla faccia di tutti gli iettatori!) anche tu sarai così!

Hai tutti i tuoi stereotipi in testa, hai sempre avuto tutto sotto controllo… perché questa volta dovrebbe essere diverso??!!

È così, ti sorprendi a fantasticare su quando sarai la mamma-copertina, sempre perfetta. E preparata. E glamour. E con un puffo ancora più glamour in carrozzina (ultimo modello, tipo suv ovviamente!).

Ti vedi già come una sorta di Carrie Bradshaw con prole. Bellissima, Louboutin tacco 10 ai piedi (e che non si dica che non sei realistica, mica pensi al 15!) e con una manicure impeccabile.

Il resto del mondo già teme la tua mutazione nella Sora Lella, con tutta la parannanza eh?! O forse qualcuno ci spera, ma questa è un’altra storia!

 

Ora, inutile dire che su qualcosa le malelingue dalle frasi fatte avevano ragione: “quando hai il primo figlio il tuo mondo si stravolge”.

Improvvisamente ti ritrovi tra le braccia una creaturina. Dipende da te e tu… non hai la più pallida idea di cosa fare!

Tutte le immagini patinate che avevi in testa si offuscano in un secondo, per poi oscurarsi definitivamente alla prima notte “vigile” del bimbo.

Eh già, perché se parli con qualunque mamma a ventiquattro ore dal parto ti dirà: “è un angelo, dorme tanto!”. Nessuno ti ha ancora detto che si sveglierà, è solo questione di tempo!

Improvvisamente realizzi che non sarai mai la mamma ultra fashion ammirata e disinvolta che non manca un evento, e nel contempo la madre amorevole e assolutamente da manuale che avevi in testa.

No, ed in un attimo anche tutti i libri che ti sei letta col pancione e lo spirito leggero ti sembrano complicati testi universitari.

E quindi, sì, un po’ di panico c’è. E sì, il primo bagnetto o cambio pannolino-con-cacca sono un’impresa titanica!

 

Seriamente però, questi sono simpatici dettagli. La vera cosa che cambia sei TU!

E non perché, come il mondo teme, invecchierai di botto e, sciatta e imbruttita, perderai il tuo scintillio nella full immersion in pannolini e poppate!

Perché, incredibile a dirsi, la mutazione genetica nella Sora Lella non avverrà! Così come non avverrà quella in Carrie, perché dai, siamo serie, non lo eravamo nemmeno prima!

Ciò che davvero stravolge il tuo mondo non sono le notti in bianco o i ruttini, o le lavatrici a mille.

Ciò che lo ribalta è la diversa prospettiva con cui lo guardi, il drastico cambio di priorità. Ecco, sì, questo cambia tutto! E nessuno te lo dice!

 

Perché di tanti fronzoli in fondo non te ne importerà più nulla e darai un valore tutto nuovo alle cose. Perché vivrai momenti duri, ma saranno anche i più dolci ed intensi di tutta la tua vita, i più veri! Perché le notti con il tuo bebè tra le braccia saranno faticose, ma anche di un’intimità strepitosa!

E scoprirai nuove risorse, avrai la certezza di essere multitasking!

E quando avrai modo di ritagliarti un momento, o riuscirai a passare un po’ di tempo in esclusiva con il tuo Lui… beh saprai apprezzare e assaporare di più ogni attimo, come se ti si sviluppasse un senso a parte!

E nessuno ti dice che troverai anche il modo di uscire a cena con i bambini, e che farai nuove amicizie e che la tua vita sociale sarà certamente diversa, ma certamente non peggiore.

Ti tarerai in un attimo su nuove frequenze, perché ognuno trova le sue.

E saprai di avere quanto di più meraviglioso tra le braccia (sì, anche quando ti rigurgita sulla maglia pulita!) e che nulla è più incredibile di un lettone pieno al mattino!

E saprai che ogni piccolo sacrificio ne vale la pena, perché sei la più fortunata e ricca del pianeta!

 

E alla fine arriva il secondo. Ma questa è un’altra storia!

 

 

 

 

 

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *