Elena e Ippo. Mini models e fashion mamas al Pitti

 “Va un casino quest’anno!”… Se Mugatu – il cattivissimo antagonista di Zoolander – avesse messo piede al Pitti Bimbo 81 non avrebbe potuto esimersi dall’incoronare con la sua celebre frase quali must-have di quest’edizione stampe vegetali o di animali-straniperdavvero. Nonché colore e tantissime righe.
Perché ho letto e ho studiato. Ho preso coscienza ad esempio di dovere assolutamente a Biscela un paio di scarpette in corda e cotone con i fenicotteri rosa! Le amo!

Scherzi a parte (anche se sui fenicotteri sono molto seria!), io al Pitti ho dovuto rinunciare e mi è dispiaciuto molto.  La moda formato petit mi è sempre piaciuta da matti! Chiedere al mio povero marito per credere!

Ho deciso perciò di farmi – e farvi – dare qualche dritta sui trend più esclusivi e di farmi – e farvi – fare un salto nel dietro le quinte delle sfilate.
A chiacchierare un po’ con noi per la rubrica “Mama to Mama” è Elena, una mamma super fashion che, nella ditta di famiglia, produce scarpe per i marchi più prestigiosi (la sottoscritta sogna di avere un giorno la sua stanza per le scarpe, paragonabile solo a quella di SJP!). Il suo bimbo, lo splendido Filippo, partecipa alle sfilate del Pitti come piccolo modello.
Elena ci racconta quindi la loro avventura e ci aiuta a riempire l’armadio dei nostri fashionisti taglia mignon con i capi giusti!
Grazie!

image

Elena, Filippo e il piccolo Tommy – il primo fan del suo fratellone!

1- Elena, com’è iniziata l’avventura di Filippo al Pitti? E soprattutto, quali consigli daresti ad una mamma il cui figlio sta per avvicinarsi questo mondo ed iniziare un’avventura analoga alla vostra?

Per noi è stata la seconda volta al Pitti. Filippo collabora già da diverso tempo con un’agenzia molto seria.
È stata proprio l’agenzia a darci l’opportunità di partecipare, quindi è iniziata in modo molto semplice. Quasi un passaggio naturale!
A tutte le mamme che intendono far perseguire questa strada ai propri bimbi darei due consigli.
Innanzitutto la cosa più importante: seguite comunque le inclinazioni naturali del vostro bambino. Il mio Ippo si diverte, se così non fosse non calcherei certo la mano!
Il secondo, più tecnico: iscrivetevi ad un’agenzia seria che rappresenti al meglio il vostro bambino.
Per seria intendo che non vi chieda soldi per book o simili: non serve assolutamente!
I bambini infatti costruiscono il loro book nel tempo, con i servizi che fanno.
Quindi: non-pagate-nulla!
E ricordatevi che, anche se divertente, è pur sempre un lavoro ed ha degli aspetti molto impegnativi!

image

Filippo, il secondo da sinistra, in total look Grevi per la sfilata Wow Vogue Pitti

2- Come descriveresti l’esperienza dietro le quinte, per i bambini ma anche per le mamme?

Il dietro le quinte lo viviamo poco noi mamme, perché i bambini stanno da soli con i responsabili della sfilata per fare le prove. Posso dire con certezza però che a loro piace molto: giocano e fanno tantissime nuove amicizie!

3- Filippo ha partecipato alla famosa sfilata Wow Vogue Pitti. In cosa consisteva?

È stato uno spettacolo divertente per tutti! I bimbi hanno sfilato e giocato, tutto insieme!
Sfilata perfetta per chi cercava comfort per i momenti ludici senza rinunciare al buon gusto!
Si è trattato di una sfilata-installazione molto innovativa: in scena non solo gli outfit p/e 2016 dei marchi più belli, ma anche fantastici libretti di stoffa e complementi d’arredo ed elementi di kids design tutti da giocare!!
Il mio Ippo si è divertito da matti, anche se devo dire che lui si diverte sempre…

... E anche mamma e fratellino!

… E anche mamma e fratellino!

4- Tu sei una fashionista vera. Quali capi ti hanno particolarmente colpita in questa edizione?

Devo dire che, pur avendo due maschi, i capi che mi hanno colpita di più sono quelli da femminuccia! Ma penso sia normale! I vestiti Monnalisa mi piacciono veramente tanto. E poi Il Gufo: capi classici e sempre belli!

5- Secondo te quali “must have” escono da questo Pitti per entrare in pianta stabile negli armadi dei nostri bimbi?

Sicuramente le salopette sono tornate molto di moda e io le trovo deliziose, soprattutto per i piu’ piccoli! Divertentissime!
Per i più grandi invece suggerisco pantaloni chino un po’ risvoltati in fondo.
In generale comunque ho visto tanto colore e tante, tantissime righe!

image

Salopette alle sfilate Pitti

6- Infine, considerata la tua grandissima esperienza nel mondo delle scarpe, dacci una dritta. Quali calzature presenti in questa edizione consiglieresti a noi mamme per i nostri piccoli?

Ho trovato deliziose le “indianine” colorate.
Inoltre mi piacciono da matti i sandaletti colorati in plastica. Nelle sfilate sono stati proposti addirittura con le calze. Ecco, forse con le calze non sono il massimo… quelle le eviterei, ma sono molto carini e fanno subito estate!
In ogni caso colore e fantasia, consiglio di sbizzarrirvi anche con i piedini dei vostri bimbi mamme, il successo è assicurato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *