Cavolo bianco, finocchio e arancia. L’insalata che salvò il detox

Capita a tutte.
Un bel respiro e ripetete con me: capita – a – tutte!

Sissignore, la resa dei conti post feste e – soprattuttopost bagordi arriva inesorabile, per tutte quante.

Il detox incombe impietoso

Sì perché non esiste donna che, nel corso delle festività, non abbia ingurgitato la qualsiasi durante i pranzi, le cene, gli aperitivi, le merende, le colazioni (e tutte quelle occasioni inventate di sana pianta durante il periodo natalizio con il solo scopo di mettere le gambe sotto il tavolo), ripetendo nella propria testa il mantra:

Son giorni di Festa, su. Cascasse il mondo dopo l’Epifania basta: sprango il frigorifero!

Ché poi di solito una ci crede davvero, anche perché l‘arrivo della Befana lo guardi col cannocchiale alla rovescia, come un evento lontano lontano. Tra te e lei sembrano sempre esserci distese interminabili di scampi e linguine. Oltre che di bollicine, s’intende.

Poi però succede, succede davvero. E tu non sei pronta, ché nel frattempo il tuo stomaco si è allargato fino a raggiungere le dimensioni di quello di Giorgione Orto e Cucina.
E poi è già dura così, di per sé, ché tra la ripresa della solita routine e le luci che si spengono di botto, il solo immaginare di sostituire il cappone ripieno con l’estratto vegetale fa pensare in automatico al Prozac.

E, in tutto questo, quella stramaledetta della Befana cosa fa?! Porta calze su calze zeppe di dolcini e dolcetti. Ergo, la dispensa pullula di tentazioni per tutto il mese di gennaio. Minimo.

Questo è sadismo, ve lo dico io.

La casa, proprio alla resa dei conti, si trasforma in Ladurée. E la dieta detox fa ciao ciao con la manina

E quindi niente, capita a tutte di ritrovarsi a gennaio – va beh, a fine gennaio – con i buoni propositi ancora lì, sulla linea del via.
Capita a tutte di essere inaspettatamente ancora in quella fase che … e anche oggi, direi che la dieta si inizia domani….

Capita a tutte di ritrovarsi a notte fonda a trafugare di nascosto cioccolato dalle calze dei bambini.
Ah, dite di no?!
Alzi la mano chi ha già ingranato con l’alimentazione sana al 100%, e io corro a stringergliela.

Siamo sinceri suvvia, credo proprio che il popolo della resistenza del panettone, e cioè di chi fa fatica ad arrendersi al ritorno della dieta, in fondo sia più numeroso (per non dire ben nutrito!) di quanto non si voglia ammettere.
E quindi oh, adesso che ci tocca per davvero, perché non unire le forze per un detox meno duro?

Inizio io.
Oggi apro le porte di Kitchenette per una volta a uso esclusivo di noi grandicelli e per una volta senza la mia amica Fede, ché tanto parliamo di una preparazione davvero semplicissima, a prova di hater dei fornelli.
Lo faccio perché qualche giorno fa ho postato su Instagram una foto del mio pranzetto detox e in tante di voi mi hanno scritto per conoscerne la ricetta.

Quindi ho pensato: se ognuno di noi mettesse in campo una ricettina facile, sana, ma comunque golosa… sta a vedere che la dieta stavolta la facciamo per davvero?!

Ecco qui quindi la mia insalata facile-facile che, vi assicuro, saprà strapparvi un sorriso anche durante l’astinenza dalle golosità.


INSALATA DETOX by SARA

Finocchio
Arancia 
Cavolo cappuccio o Verza
Olio EVO
Cristalli di Sale
Pepe nero
Noci sgusciate (100 g circa)
Semi di zucca (100 g circa)
Rosmarino

Pulisci il cavolo bianco (o se preferisci la verza) e taglialo a listarelle sottili. Lava e pulisci anche il finocchio e taglialo a fettine. 
Sbuccia l’arancia e taglia gli spicchi grossolanamente.
Unisci il tutto in una capiente insalatiera, mescola e condisci con olio EVO, cristalli di sale e abbondante pepe nero.


La nostra insalata è già fantastica, ve lo assicuro, ma se si desidera una nota croccante che dia uno sprint diverso, ecco una dritta: mentre pulite e tagliate le verdure sistemate qualche gheriglio di noce e una manciata di semi di zucca sulla placca del forno, cospargeteli di olio e rosmarino e lasciate tostare qualche minuto.
Un tocco in più per la nostra insalata detox!

E anche la dieta abbia inizio, checché se ne dica, con il sorriso!


Kitchenette è un progetto a quattro mani per Masterchef Taglia Petit, impastato e coccolato con amore da me e dalla splendida Federica Fiocchetti.
Seguitela anche su Facebook, Instagram e sul suo blog!

www.sfornoetorno.com

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *